«La sorella di Mozart» a Ravenna – 24 giugno 2006

Nannerl ci insegna ad amare la musica: articolo di Nevio Galeati da il Resto del Carlino

Ancora due appuntamenti, oggi, con le Mozartiadi di Ravenna Festival. […] Alle 22 ci si sposterà nel cuore del centro, in Corte Cavour, per l’incontro con la scrittrice Rita Charbonnier e il suo romanzo La sorella di Mozart, Corbaccio editore. A seguire, strumentisti dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini eseguiranno note brillanti e rococò di Luigi Boccherini. […]

Rita Charbonnier, com’è arrivata a Nannerl Mozart?

“Una prima volta me ne parlò mia sorella, con un intento quasi femminista… Anni dopo, stavo scrivendo un articolo sulle donne che fanno mestieri ‘da uomo’ e trovai il saggio Una stanza tutta per sé di Virginia Woolf, concepito anche come risposta a quanti sostenevano l’inferiorità intellettuale delle donne. E leggere cosa sarebbe successo se Shakespeare avesse avuto una sorella geniale quanto lui, mi ha acceso un flash: Mozart aveva avuto davvero una sorella geniale. Ma non ne sapevo nulla. Perché non lavorare attorno a questo tema?” […]

Come definirebbe il suo lavoro?

“Un romanzo storico, con intenti divulgativi. Avevo bisogno di raccontare questa vicenda, il dolore e la fatica di esprimere il proprio talento in un periodo in cui per le donne non era possibile. Poi è stata l’occasione per parlare di Mozart e della sua musica. E se anche una sola persona, leggendo il libro, si appassionerà alla musica, ecco, vorrà dire che sono riuscita nel mio intento…”


Se desideri proseguire la lettura, puoi visualizzare o scaricare l’intero articolo (Pdf — 262 KB).


About

Questo è il sito di Rita Charbonnier, autrice dei romanzi Figlia del cuore (di prossima uscita per Marcos y Marcos), La sorella di Mozart (Corbaccio 2006, Piemme Bestseller 2011), La strana giornata di Alexandre Dumas e Le due vite di Elsa (Piemme 2009 e 2011). Scopri di più...

2 commenti su “«La sorella di Mozart» a Ravenna – 24 giugno 2006

  1. Mi piace quella foto della Virginia Woolf. Complimenti per il blog, è interessante, ma sopratutto è molto curato nelle immagini e bello da vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *