Piccolo aggiornamento su recensioni e commenti attorno ai miei due romanzi editi, o riediti, più di recente. Con questo post, salvo imprevisti ed eccezioni, il blog va in vacanza fino al 22 agosto. Grazie a tutti! 🙂

Le-due-vite-di-Elsa-FASCETTARecensione su Le stanze di Alba

“Il villino dei Puglielli.. entrando si aveva l’impressione di venirsi a trovare in una cripta. Stagnava ovunque un amaro odore di rinchiuso..” così la giovane Elsa, così il suo corpo, la sua mente, la sua anima imbrigliata in formalismi familiari, obblighi, veti, tutto per non destare scandalo, per non turbare l’opinione pubblica -imbolsiti uomini di regime, nobilucci intarcapecoriti, esponenti di una borghesia tacitata dall’ascesa di uomini senza merito. Ma Elsa ha vent’anni, ha mille dubbi sulla sua famiglia, o almeno quel che resta della sua famiglia…

Vai alla pagina

Recensione su Art-Litteram

Ed eccomi qui, di fronte alla terza prova narrativa della signora Charbonnier. L’aspettavo al varco, consapevole che questo libro rappresenta una tappa fondamentale del suo percorso letterario. Uno scrittore a un certo punto della sua carriera o si appiattisce, si adagia sugli allori delle opere precedenti, o va oltre, spinto dal demone della competitività, dal sacro ardore della continua ricerca, dall’ambizione, dal desiderio di mostrare soprattutto a se stesso che è in grado di scardinare qualsiasi barriera…

Vai alla pagina


LA SORELLA DI MOZARTRecensione su Uniaperta blog, letteratura e dintorni

La sorella di Mozart è un romanzo di Rita Charbonnier edito da Corbaccio. Ho amato e divorato questo piccolo capolavoro della Charbonnier fino all’ultima pagina. Tutti sappiamo del genio indiscusso di Mozart, ma qui l’autrice, con grande abilità narrativa e un pizzico di ironia, cerca di ricostruire e immaginare soprattutto la figura di Nannerl Mozart, sorella maggiore di Amadeus e anch’essa, fin dalla più tenera età, grande promessa della musica.

Vai alla pagina

Vuoi dire la tua sull'argomento?