Nel 2010 l’Associazione Culturale Pa.Gi.Ne. di Ravenna ha dato alle stampe un libro di racconti intitolato Sorrisi di gatto e scritto da sole donne: autrici del calibro di Åsa Larsson e Stella Duffy, solo per citare le straniere. Tra le italiane ci sono anch’io.

Adesso, del libro è disponibile anche l’edizione digitale — acquistabile tramite i maggiori negozi online, tra i quali Amazon, Apple iBooks Store, Google Play e KoboBooks. L’eBook ha un layout curato, con fregi ornamentali e con tante piccole sagome di gatti disseminate nel testo.

Tutte le autrici hanno rinunciato ai proventi della vendita del libro, per devolverli all’Associazione Onlus Bambini Cri du Chat (A.B.C.). Ne avevo parlato su questa pagina del blog. E sono, le autrici, in ordine alfabetico:  Paola Barbato, Francesca Carlucci, Rita Charbonnier, Stella Duffy, Annamaria Fassio, Åsa Larsson, Adele Marini, Margherita Oggero e Nicoletta Vallorani.

In ognuno dei nostri racconti compare un gatto, oppure un bambino affetto dalla sindrome “Cri du Chat”, grido del gatto: i bambini che nascono con questa rara anomalia genetica si affacciano alla vita emettendo un suono simile a un miagolio. Scoperta nel 1963, la sindrome conta alcune centinaia di casi in Italia — riconosciuti. Poiché, essendo poco diffusa, talvolta non viene diagnosticata. Mentre una diagnosi e una terapia precoci, fin dai primi mesi di vita, possono fare la differenza.

Se deciderete di acquistare questo piccolo libro di racconti scritti con il cuore, o magari di regalarlo, avrete la certezza di aderire a una campagna di solidarietà nei confronti di famiglie che vivono una condizione non semplice e che non ricevono troppa attenzione da parte delle istituzioni.

La raccolta è curata da Maria Cristina Capanni e la copertina del libro è di Mauro Monaldini. Di questa nuova edizione digitale si è parlato su Ravennanotizie, nelle news di Scrittura a tutto tondo e di GialloLuna NeroNotte.

Grazie per il vostro sostegno!

1 commento a: «Sorrisi di gatto»: esce la versione eBook

Vuoi dire la tua sull'argomento?