Ci vediamo domenica nella Roma di Pasquino

Tornano le mie “passeggiate letterarie“, questa volta con un percorso tra le statue parlanti di Roma: Pasquino, Marforio, il Facchino, l’Abate Luigi, il Babuino…

Piazza Navona, non lontano da dove si trova la statua di Pasquino
Foto di Nicola @ Flickr Creative Commons (licenza CC BY 2.0).

Ai tempi in cui il papa governava Roma con pugno di ferro, i potenti tremavano nell’udir nominare alcuni eroi di pietra, dei quali soprattutto temevano le lingue taglienti. Le “statue parlanti” sono infatti l’arma con la quale la città si è sempre ribellata all’arroganza e alla corruzione delle classi dominanti, con indubbio e notevole senso dell’umorismo. Fin dal primo ‘500, nottetempo venivano appesi a tali statue (poste in luoghi molto frequentati) dei cartelli satirici, così che al mattino tutti potessero leggerli, finché le guardie non li avessero rimossi. Si trattava talvolta di poesie, talvolta di dialoghi. E i loro autori, ovviamente, restavano ignoti.

(Per saperne di più)

Questa domenica, partiremo da Piazza Navona per poi dirigerci verso la statua parlante più nota, Pasquino, appunto. Una guida dell’Associazione Culturale L’Asino d’Oro, che gestisce l’iniziativa, illustrerà gli aspetti storico-artistici della questione; io mi occuperò di dar voce a queste statue, recitando i “loro” versi spassosi e a un tempo amari. Ci sarà anche qualche incursione nel territorio di poeti romaneschi ben noti a noi e ai loro contemporanei; passeggiando per le vie della città incontreremo statue di animali, che Trilussa ha dipinto in modo così spassoso nei suoi versi. Per questo, il titolo che abbiamo dato all’iniziativa è Pasquinate e bestialità.

Così L’Asino d’Oro annuncia l’iniziativa sul suo sito:

Una passeggiata “letteraria” per andare alla scoperta dell’anima più ironica e sprezzante della Roma del passato. Con i loro cartelli satirici, Pasquino e le altre statue parlanti sferrarono colpi durissimi contro i potenti dell’epoca. Grazie poi alle letture animate dell’attrice e scrittrice Rita Charbonnier tutto tornerà a vivere! Scopriremo così che in un certo senso… non molto è cambiato in città! Un viaggio a ritroso nel tempo per conoscere le origini della satira, motore vivo dell’animo romano…

Appuntamento domenica 17 maggio alle ore 16 in Piazza Navona, davanti all’Ambasciata del Brasile. Il costo della visita è di € 10 (gratuito per i minori di 18 anni) + 1,50 per l’auricolare. Per partecipare basta inviare una email a [email protected] indicando il proprio nome, cognome, telefono e titolo dell’iniziativa; si può anche telefonare al numero 346 59 200 77. La segreteria è attiva dal lunedì al sabato dalle 09:00 alle 19:00.

Vi aspettiamo numerosi!

About

Questo è il sito di Rita Charbonnier, autrice dei romanzi Figlia del cuore (di prossima uscita per Marcos y Marcos), La sorella di Mozart (Corbaccio 2006, Piemme Bestseller 2011), La strana giornata di Alexandre Dumas e Le due vite di Elsa (Piemme 2009 e 2011). Scopri di più...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *