Durante la rappresentazione di BEETHOVEN SI DIVERTE, e anche nel corso delle prove, è stato realizzato (da Sara Donati) un breve video che condivido con gran soddisfazione 😉 . Il concerto-spettacolo in questione si avvale di un mio monologo teatrale che presto sarà pubblicato; ed è basato, soprattutto, su musiche di Ludwig van Beethoven poco note e poco eseguite — i Volkslieder, canzoni popolari che il genio di Bonn arrangiò in gran numero per voce, violino, violoncello e pianoforte soprattutto su incarico di un editore scozzese di nome George Thomson.

Di questi Volkslieder i numerosissimi libri sul compositore si occupano poco o non se ne occupano affatto, o ancora li stroncano senza mezzi termini — come Maynard Salomon nel suo (peraltro bellissimo) Beethoven. La vita, l’opera, il romanzo familiare (Marsilio). Giovanni Bietti, nel suo Ascoltare Beethoven (Laterza), un libro corredato di CD quindi di ascolti sempre illuminanti, dedica invece alla musica popolare del Maestro un intero capitolo ed evidenzia come occuparsi della produzione “minore” di un autore possa aiutare a comprenderne meglio i capolavori veri e propri.

Di questa opinione è senz’altro il Trio des Alpes, che ha deciso di eseguire questo repertorio beethoveniano e farne qualcosa di più di un concerto; fin dal principio — così mi ha detto il pianista Corrado Greco quando mi ha coinvolta nel progetto — l’intenzione dei musicisti era quella di accostare alla musica la dimensione della prosa. Ci voleva un essere umano che parlasse, e bisognava anche che fosse di genere femminile. Bisognava si trattasse, soprattutto, di una donna che avesse conosciuto il Maestro nel privato e fosse quindi in grado di svelare aspetti dell’uomo, oltre che del musicista, ignoti ai più…

Su questa base, e attorno alla figura di Johanna van Beethoven née Reiss (cognata del compositore) è nato il testo; l’interpretazione vocale di Pamela Villoresi e, musicalmente, del soprano Martina Jankovà e del tenore Marcello Nardis hanno fatto il resto. Buona visione!

Vuoi dire la tua sull'argomento?