«L’amante di Chopin» alla Libreria Panisperna 220

Presentazione del romanzo a Roma nella libreria dello storico rione Monti, venerdì 15 marzo alle 18:30

Libreria Panisperna 220

Quando: venerdì 15 marzo 2024 alle ore 18:30.

Dove: Libreria Panisperna 220, via Panisperna 220, Roma.

Cosa: Presentazione de L’amante di Chopin, con letture su musica tratte dal romanzo. Dialoga con l’autrice la scrittrice e giornalista Elvira Seminara.

Ingresso: libero fino a esaurimento dei posti.

Questa presentazione nasce da un aperitivo. Che ho preso con Elvira Seminara alla fine dello scorso anno, proprio nel rione Monti — da lei amato e frequentato, quando è a Roma. Nasce da una bella chiacchierata con Elvira e poi dalla disponibilità della casa editrice Marcos y Marcos, nonché della stessa libreria.

Chi non è mai stato alla libreria Panisperna 220 può farsi un’idea della bellezza del luogo, delle sue mura antichissime e dei suoi arredi moderni, guardando il video. L’assortimento dei libri è inoltre molto vasto e copre diverse realtà editoriali; e la libreria è gestita da persone che leggono e sono in grado di dare consigli, cosa per niente scontata. A me il direttore della libreria, Masud Kia, quando ci sono andata per prendere accordi, ha consigliato questo libro (l’ho appena iniziato quindi non posso dire altro…)

È inoltre una libreria attivissima sul piano delle presentazioni, questa settimana ce ne sono ben tre e la mia rappresenta — se posso dirlo — il dulcis in fundo. Sarà una festa, con letture animate… e gadget in dono per tutti!

About

Questo è il sito di Rita Charbonnier, autrice dei romanzi Figlia del cuore (di prossima uscita per Marcos y Marcos), La sorella di Mozart (Corbaccio 2006, Piemme Bestseller 2011), La strana giornata di Alexandre Dumas e Le due vite di Elsa (Piemme 2009 e 2011). Scopri di più...

    2 commenti su “«L’amante di Chopin» alla Libreria Panisperna 220

    1. M’interesserebbe organizzare una presentazione a Varese, magari in occasione di una tua presenza nelle vicinanze (Milano…).
      Grazie.
      Giuseppe Musolino
      Un’Altra Storia Varese

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *