Chopin “vu par moi”. Conversazioni con Lucia Lusvardi

Può l’incontro con un Maestro segnare un “prima” e un “dopo” nella vita di un allievo? L’amore per la musica si può insegnare? A cosa serve la tecnica, da dove viene l’ispirazione?

Una scrittrice dialoga con una concertista sui misteri della creatività e dell’arte. Lucia Lusvardi, di cui l’autrice è stata allieva, ha consacrato la sua vita artistica a Chopin. La bambina prodigio che a soli sei anni incantava la buona società di Mantova con le sue prodezze al pianoforte è stata tra i primi in Europa a liberare il genio polacco dagli stereotipi che tradivano l’essenza della sua musica.

Alternando episodi struggenti a momenti di umorismo e leggerezza, queste sette conversazioni — dove tutto si regge come in una partitura — ripercorrono le tappe di una carriera musicale specialissima. Rita Charbonnier rende omaggio a una donna eccezionale, il cui carisma si avverte in ogni pagina, offrendo contemporaneamente al lettore un ritratto inedito e affascinante del principe dei pianisti.


altri libri di argomento musicale