Vita da geek

Libri e computer: gli amanti della lettura usano social come Anobii, Goodreads e Instagram.

Goodreads, Anobii o Instagram?

Ho creato un mio profilo su Goodreads parecchio tempo fa, quando nessuno in Italia sapeva cosa diavolo fosse questa rete sociale americana dedicata ai libri e chi ne utilizzava una, utilizzava Anobii. L’ho creato più che altro perché Goodreads offriva fin da allora (una decina d’anni or sono) la possibilità di crearsi una “pagina autore”: […] Leggi…

Elogio del ghosting, o della sparizione selettiva

Quando non ti va più di sentire qualcuno e quel qualcuno continua a cercarti, lo blocchi. Non gli dici che non vuoi più avere a che fare con lui né gli dici perché, non inventi una scusa: ti limiti a non rispondere più alle sue telefonate, ai messaggi e alle email che ti manda, e […] Leggi…

Dagli addosso a Wikipedia, la lobby del pensiero unico!

Qualche tempo fa mi son permessa di esortare gli amici di Facebook a fare una donazione a Wikipedia, anche di pochi spiccioli; io avevo appena donato 5 euro. Puntualizzavo come pochi tra noi sostengano l’enciclopedia “libera e collaborativa“, come molti la snobbino e tutti, in qualche modo, la utilizzino. (Nessuno, d’altra parte, sa come se […] Leggi…

Il tipo ideale: la buyer persona dei tuoi sogni

Il 5 e il 6 luglio terrò un workshop a Roma, presso Coaster Coworking: “Il tipo ideale. Tecniche di ritratto scritto per dare un volto alla buyer persona dei tuoi sogni”. Il breve corso (2 incontri da 3 ore ciascuno) è rivolto a: tutte le figure dell’agenzia di comunicazione, dall’art director al copywriter fino all’account; […] Leggi…

Come lavorare da casa e vivere felici

A chi cerca una certa flessibilità negli orari di lavoro, e in genere la possibilità di gestire liberamente il proprio tempo, lavorare da casa — il telelavoro, insomma — può sembrare un sogno. Ti svegli all’ora che preferisci, ti vesti come ti pare, mangi quando hai fame, vai in pausa quando ne senti la necessità… puoi […] Leggi…

Truffa alla nigeriana: vi racconto la mia

Non conoscevo ancora l’espressione truffa alla nigeriana quando ricevetti su LinkedIn un messaggio da tale Zayat C. Kouki, residente a Benin City. Costui — in un inglese zoppicante — affermava d’essere l’avvocato del defunto Thomas Charbonnier, petroliere, falciato (lui e l’intera sua famiglia) da un incidente d’auto, sicché il patrimonio del defunto, ammontante a 14.500.000 dollari, […] Leggi…

Ci vediamo mercoledì 19 a Milano, per la Social Media Week

Oggi inizia la Social Media Week, e non solo a Milano – anche a Bangalore, Barcellona, Copenhagen, Amburgo, Lagos, New York e Tokyo. Si tratta quindi di una manifestazione globale – il cui scopo è fornire le migliori e più complete informazioni utili a ottenere il meglio da un mondo iper-connesso. Organizzata dall’agenzia di comunicazione […] Leggi…

Tradedoubler, l’affiliazione dell’assurdo

Come annunciato, pubblico un resoconto della mia esperienza di affiliazione con Tradedoubler — servizio che, stando alla denominazione, dovrebbe raddoppiare le vendite online. Nomen omen? Temo di no. Non sai cos’è Tradedoubler? Te lo dico: può esserti utile se sei proprietario/a di un sito o un blog e vuoi provare a guadagnarci qualche euro (di […] Leggi…

1 2 3